Bielorussia - I Nostri Consigli

null
null
null
 

Bielorussia - I Nostri Consigli

DA LEGGERE: Nonostante il nome difficilmente pronunciabile, cercate di leggere qualcosa di Svjatlana Aljaksandraŭna Aleksievič, scrittrice bielorussa Premio Nobel per la Letteratura 2015, che ha scritto molto riguardo alla situazione del suo paese e alle contraddizioni insite nel territorio, e si è allontanata per sfuggire alle
maglie della censura. Alcune sue opere: "Preghiera per Cernobyl" e "Ragazzi di zinco".

DA ASCOLTARE: La musica tradizionale bielorussa deve molto a quella russa. Uno dei gruppi folk più amati viene dall'est del Paese, più precisamente da Brest, e si chiama Vytsinanka. Cantano e ballano utilizzando gli strumenti tradizionali, come il violino, la fisarmonica, il cimbalon e il tamburo, e vestono i costumi tipici che
ricordano la Russia, riccamente decorati.

DA VEDERE: La poliedrica Minsk, con la sua meravigliosa cattedrale, il Giardino Botanico, il Museo della Storia ed i vicoli che conducono fino al cuore del centro storico; ma anche Vicebsk, città natale del famoso pittore Chagall e capitale della cultura bielorussa, o ancora Khatyn, una città che ha sofferto l'occupazione nazista, e Brest, ricca di fortificazioni e musei. Molto affascinante anche la Riserva naturale di Belavezhskaja Pushcha.

DA MANGIARE: La cucina bielorussa, simile a quella russa e lituana, conosce soprattutto come ingredienti le patate e la carne. Piatti tipici sono la zuppa di barbabietole e uova chiama Khaladnik, la Polendvitsa, ovvero carne di manzo seccata con spezie, la Kishka, salciccia di sangue di maiale e grano. Tra le bevande più famose ricordiamo il Kvass e l'ottima birra locale.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK